alt img

40 & CLIMBING, a Lugano l’ultimo ciak per il film di Bindu de Stoppani

Si sono concluse mercoledì 9 settembre a Lugano presso L’Hotel Villa Castagnola le riprese della fiction per la tv 40 & CLIMBING della regista ticinese residente a Londra Bindu de Stoppani, una commedia avventurosa tutta al femminile il cui svolgimento è ambientato sulle montagne della Svizzera italiana.

 

Dopo aver diretto JUMP (2011) e FINDING CAMILLE (2017),  la regista è quindi tornata in Ticino per il suo nuovo film. Le riprese si sono svolte dal 10 agosto al 9 settembre, tra la Valle di Blenio - lungo il Passo del Lucomagno, nella zona di Campra, ad Olivone e presso l'ex Cima Norma a Torre-Dangio - e la Valle Bedretto in località Cioss Prato, per poi finire a Lugano per le riprese di alcuni interni. Protagoniste della storia, 4 donne alle prese con la montagna e delle avventure divertenti ai confini della sopravvivenza, interpretate da un bel cast femminile con le attrici italiane Anna Ferzetti, Elena Di Cioccio, Euridice Axen e Irene Casagrande.

 

Sinossi: 40 & CLIMBING è la storia delle amiche di vecchia data Marta, Sara e Isabella che, incaricate di spargere le ceneri della loro amica d'infanzia nei boschi montuosi del campo estivo frequentato 30 anni prima, sono costrette a lasciare la loro quotidianità alle spalle per  affrontare il loro travagliato passato a confronto con la conquista di una natura selvaggia.

 

Abbiamo chiesto a Bindu de Stoppani di raccontarci la sua esperienza in Ticino:  

“È stato un vero onore e piacere ritornare in Ticino per le riprese di 40 & CLIMBING. Si è trattato di uno shooting intenso, non solo per via del tempo che cambiava idea da minuto a minuto, ma anche perchè tutta la troupe ha proprio percorso il viaggio avventuroso della storia e delle quattro donne al centro del film. Una crew felice, piena di energia e sempre pronta a risolvere problemi…tra la pioggia, il vento, le mucche (con campane al collo), il fiume, un sole stupendo e le montagne che tolgono il fiato. Siamo stati contenti ti poter riportare il cinema in Ticino, dopo questo periodo di Lockdown. La Ticino Film Commission ci ha sostenuti dall’inizio e durante questi tempi di Covid, è stata una vera fortuna aver scritto un film che si basava quasi interamente all’esterno.  Spero di ritornare presto di nuovo in Ticino…”.

 

Il film è prodotto dalla società di produzione zurighese Hugofilm in coproduzione con la RSI, Radiotelevisione svizzera. L'uscita e distribuzione nelle sale è prevista nel corso del 2021.

 

Curiosità sul fare cinema in Ticino

Il "campo base" per tutto il tournage del film 40 & CLIMBING è stato installato all’ex Albergo Olivone & Posta di Olivone, facendo rivivere per due mesi la struttura che, infatti, era chiusa da più di un anno. In questo luogo sono stati allestiti gli uffici di produzione, la sartoria, le sale trucco e costumi, oltre ad averne utilizzato alcune stanze per  ricreare degli ambienti interni del film. I cuochi della troupe hanno inoltre potuto usufruire delle cucine dell’albergo per preparare i pasti per la crew durante tutto il tournage.

 

La Ticino Film Commission coglie l’occasione per ringraziare i comuni di Blenio e di Bedretto e l'Ente turistico Bellinzonese e Alto Ticino per la loro disponibilità e collaborazione. Inoltre, si ringrazia l’Hotel Villa Castagnola per aver aperto la struttura alberghiera alle riprese.

 

Per saperne di più, ti suggeriamo:

Il Quotidiano, RSI, "Ciak, si gira sul Lucomagno"

LaRegione, "Ciak si gira in Valle di Blenio"

Variety, "Swiss Female-Driven Drama ’40 & Climbing’ Set for August Alpine Shoot (EXCLUSIVE)"