alt img

"Evviva Giuseppe" candidato ai Premi David di Donatello

“Evviva Giuseppe” il documentario di Stefano Consiglio prodotto da Célestes Images (Svizzera), Verdiana Film (Parma), Fondazione Cineteca di Bologna e con la produzione esecutiva di Solares Fondazione delle Arti di Parma, è candidato ai Premi David di Donatello 2018 come miglior documentario! 

 

Presentato alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione classici, è attualmente distribuito dalla Fondazione Cineteca di Bologna.

 

Il prossimo 21 marzo in diretta su RAI 1 a partire dalle 21.15 si scoprirà se il film sulla vita e i tanti talenti preziosi di Giuseppe Bertolucci vincerà l'ambito premio.

 

Evviva Giuseppe è un docufilm su Giuseppe Bertolucci: regista di cinema, teatro e televisione, scrittore, poeta, talent scout e organizzatore culturale. Raccontato attraverso la voce del padre Attilio; quella del fratello maggiore Bernardo (che ricorda con struggente dolcezza la sua nascita, e poi i giochi di quand'erano adolescenti... fino al desiderio di contagiarlo con la malattia del cinema); le testimonianze di amici e colleghi come Lidia Ravera, Mimmo Rafele, Marco Tullio Giordana, Nanni Moretti; i ricordi di alcune tra le sue attrici predilette: Stefania Sandrelli, Laura Morante e Sonia Bergamasco. Con il contributo di Gian Luca Farinelli, la partecipazione di Fabrizio Gifuni, Emanuele Trevi e Aldo Nove; e con un inedito monologo interpretato da Roberto Benigni in omaggio all'amico di sempre.

Note di regia
Come raccontare un artista così poliedrico e una persona di grande ricchezza umana quale è stato Giuseppe Bertolucci, cui sono stato legato per lunghissimo tempo? La risposta mi è venuta pensando a un altro Bertolucci, Attilio, il padre poeta, che in epigrafe a un suo famoso saggio, "Poetica dell'extrasistole", aveva messo queste parole di Paul Klee: "Segua ognuno il battito del suo cuore". Ecco, è quello che ho tentato di fare...

 

il film è stato realizzato anche con il sostegno di Regione Emilia Romagna Film Commission e con il sostegno della Regione Lazio - Fondo Regionale per il cinema e l'audiovisivo.