alt img

Informazioni Covid-19 per il mondo dell'audiovisivo in Ticino

Con questa comunicazione rivolta a tutte le persone che lavorano nel mondo dell’audiovisivo in Ticino, vogliamo esprimere a nome della Ticino Film Commission la nostra vicinanza e sostegno a chi si trova in difficoltà in questo momento di crisi. 

Un’emergenza prima di tutto sanitaria – e qui non possiamo che augurarci che stiate tutti bene, voi e i vostri cari – ma anche sociale ed economica. Proprio per questo abbiamo pensato di riassumere le molteplici informazioni e ordinanze emanate dalle Autorità Federali e Cantonali per arginare le conseguenze economiche causate dalla diffusione del coronavirus.

In collaborazione con l’Associazione Registi e Sceneggiatori Film svizzera (ARF/FDS) stiamo anche preparando un sito apposito che potrà dare le risposte adeguate ad ogni caso. Ci rendiamo infatti conto che nel mondo dell’audiovisivo ognuno ha una situazione differente dagli altri. 

Nel frattempo riportiamo qui di seguito le prime informazioni che abbiamo raccolto e dei link utili a orientarvi.


L’ufficio federale della cultura ha emanato un’ordinanza per il settore culturale in generale che trovate al seguente link. Tale ordinanza prevede anche che la somma di 280milioni extra destinati al mondo della cultura verranno gestiti dai Cantoni. Per ciò che riguarda il Canton Ticino sono stati annunciati lunedì 8 aprile le informazioni in merito agli aiuti alla cultura. Potete trovare maggiori informazioni al seguente link.


Di seguito nel frattempo abbiamo riassunto le informazioni più specifiche per chi lavora nell’ambito cinematografico, informazioni che potete trovare anche in modo completo sul sito del Sindacato svizzero film e video (ssfv) e sul sito di ARF/FDS:

 

Informazioni per i lavoratori freelance:

A tutti i tecnici e attori cinematografici dipendenti (lavoratori freelance con contratti a tempo determinato) è consigliato di annunciarsi al più presto presso l’URC – Ufficio regionale di collocamento – del luogo di residenza.

 

Informazioni per i lavoratori indipendenti:

I lavoratori indipendenti che subiscono una perdita di guadagno a causa delle misure introdotte dalle autorità per combattere il coronavirus saranno indennizzati. Ciò riguarda anche gli operatori culturali indipendenti che subiscono una perdita di guadagno poiché i loro ingaggi vengono annullati a causa delle misure contro il coronavirus o perché sono costretti ad annullare le proprie manifestazioni.

La richiesta per l'indennità perdita di guadagno per indipendenti e operatori culturali deve essere presentata all’Istituto delle Assicurazioni sociali a Bellinzona e può essere  compilata online oppure in forma cartacea (scarica il formulario). Qualora un’indipendente fosse iscritto a un’altra cassa di disoccupazione (di un altro cantone), allora dovrà rivolgersi ad essa.

 

Come detto, le misure di aiuto immediato per le imprese culturali e le indennità per perdita di guadagno sono attuate dai Cantoni, mentre le misure di aiuto immediato per gli operatori culturali sono gestite da Suisseculture sociale. Da lunedì 6 aprile possono essere richiesti gli aiuti finanziari e gli artisti possono fare domanda per un aiuto d’urgenza tramite il portale online di Suisseculture.


Vi rendiamo attenti che la richiesta è subordinata da una condizione: una domanda di indennità di perdita di guadagno deve essere già stata presentata al fondo di compensazione cantonale secondo l’ordinanza Covid-19 (vedi punto precedente).  


Lavoro ridotto

La misura del lavoro ridotto (rimborso dell’80% dello stipendio dei dipendenti) è stata modificata nell’ambito delle nuove misure a sostegno dell’economia, emanate dal Consiglio Federale il 25.3.2020: ad esempio l’indennità per lavoro ridotto è stata estesa anche ai dipendenti che occupano una posizione analoga a quella del datore di lavoro. Riceveranno 3320.- franchi per un posto a tempo pieno, al seguente link trovate maggiori informazioni. Nel caso che parte del lavoro di un dipendente possa essere svolta (non vanno contate però le ore impiegate a derimere le problematiche legate al Covid-19), viene rimborsato l’80% della parte di lavoro interrotta.

 

Ulteriori ordinanze emanante dalla Confederazione:

Assicurazione contro la disoccupazione

Previdenza professionale

 

Infine, segnaliamo un'iniziativa che la Ticino Film Commission ha voluto attivare tramite i suoi canali social e pagina web per promuovere il cinema locale e allo stesso tempo rendere un servizio alla comunità:

Promozione di film legati alla Svizzera italiana con invito a vedere i film su varie piattaforme di streaming (proposte gratuite e a pagamento)

Regolarmente, viene proposto agli utenti un film (documentario, fiction, corto etc.) con una breve presentazione e l’indicazione del link a cui accedere per vedere il film. Crediamo infatti importante rendere attento il pubblico sull’importanza della cultura, nello specifico del cinema, anche in periodi come questi.


Se avete delle proposte di film prodotti o girati in Ticino – film che siano disponibili online (gratuito o a pagamento) - saremo felici di presentarli al nostro pubblico. Inviate una breve sinossi, delle immagini e il link del film da promuovere a: eva.ruffini@filmcommission.swiss


Auguri a tutti voi. Per ulteriori domande siamo volentieri a vostra disposizione: info@filmcommission.ch

 

La vostra Ticino Film Commission

 #distantimavicini